Lo scorso week end ero innegabilmente fuori di me, nervosa, rabbiosa e tesa…Come mi capita di essere tutte le volte che non mi sento capita a sufficienza e che percepisco la distanza delle persone che amo…Tutto sommato non è stato nemmeno un brutto week end, nel complesso, ma la confusione è tornata a regnare sovrana sotto diversi aspetti…Domenica 29 Maggio, giornata di elezioni comunali, il fatidico ballottaggio tra Letizia Moratti, sindaco uscente, e Giuliano Pisapia nella mia amata Milano. Devo dire che avevo già molte speranze nella vittoria di Giuliano, anche se molti amici e conoscenti mi avevano manifestato il loro scetticismo a riguardo…Grandi aspettative e grandi speranze in me, una gran voglia di festeggiare, dopo ben 18 anni, il VERO MIRACOLO A MILANO!!!

E così, il lunedì è arrivato…Tra una pausa e l’altra dal lavoro, ne ho approfittato x cominciare a guardare l’andamento di voto, i vari intention pool, le varie statistiche e così via…E pian piano è avvicinata l’ora dello spoglio delle schede…Ovviamente non ho seguito solo la situazione milanese, ma anche quella degli altri comuni del Centro-Nord, con un’occhio di riguardo per Novara, Rho, Gallarate…I SONDAGGI HANNO COMINCIATO A PARLARE CHIARO: PISAPIA IN VANTAGGIO FIN DALL’INIZIO!!! Ma non dire gatto finché non l’hai nel sacco…Ma, lo confesso, mi sentivo che il 30 maggio sarei finita in Piazza del Duomo a festeggiare…

E infatti!!! Gia intorno alle 17 era sicuro che PISAPIA AVEVA VINTO CON CIRCA IL 55% dei voti e con uno stacco di ben 9 PUNTI dalla Moratti!!!

Mi sono preparata per andare a Milano, dopo aver coccolato il mio gatto…Destinazione Piazza Duomo, insieme alla mia amica Michela!!!🙂 La piazza era gremita letteralmente di gente!!! Mai vista così piena, sembrava di essere in una città europea a tutti gli effetti…Musica ovunque, balli, canti, il Palco di Radio Popolare, tantissimi giovani, mischiati con altre persone di età disparate: dal bambino col ciuccio alla signora ottantenne…Ed in quel momento si è delineata nella mia mente l’idea di sinistra di cui mio padre mi aveva parlato tanto, quell’INTERNAZIONALITA’ assoluta, che mancava da tanto nella città di Milano…Subito abbiamo preso parte ai balli, ai canti, all’euforia, ai fuochi d’artificio, al turbinio di grida, di risa, di magliette colorate e di gente di ogni tipo…Dove il senso civico e l’attenzione x l’Altro si sono vivamente sentiti…E COSI’, MAGICAMENTE, MI SONO SENTITA BENE ED HO TEMPORANEAMENTE DIMENTICATO LE MIE PARANOIE, LE MIE PREOCCUPAZIONI, LE MIE ANSIE E LE MIE ANGOSCIE…QUINDI, ANCHE PER QUESTO, GRAZIE GIULIANO!!!    Con te si respira già UN’ARIA NUOVA…Speriamo che duri, ma ne sono quasi certa!!!🙂