Alicia Gimenez Bartlett

Alicia Gimenez-Bartlett è nata ad Almansa nel 1951 e vive dal 1975 a Barcellona. Laureata in Letteratura e Filologia Moderna, ha insegnato per tredici anni letteratura spagnola e, dopo il successo dei suoi romanzi, ha deciso di dedicarsi completamente alla scrittura. Prima di ottenere infatti un enorme successo in patria con i romanzi Ritos de muerte e Dias de Perros la Bartlett ha pubblicato diversi libri: con Una abitacion ajena, che racconta il difficile rapporto tra Virginia Woolf e la sua cameriera, ha vinto nel 1997 il premio Feminino Lumen per la miglior scrittrice spagnola. Si è poi dedicata alla serie con protagonista l’ispettrice Petra Delicado, che l’ha consacrata in Spagna come una delle più seguite e amate gialliste. In Italia è considerata una Camilleri spagnola per la vivacità della scrittura e l’originalità delle storie.

Sulla strada e gli amori di un camionista

vita-camionistaAlicia Giménez-Bartlett nel romanzo “Vita sentimentale di un camionista (Sellerio, 2010) penetra con abilità nella psicologia maschile di Rafael, un camionista, egocentrico e dongiovanni, che ha scelto di vivere perennemente sulla strada, per godere di tutte le libertà possibili, comprese le donne. Ma l’universo femminile, in continuo cambiamento, sorprenderà tanto Rafael, quanto il lettore.

Rafael ha deciso di guidare un camion perché gli consente la libertà di non rimanere chiuso fra quattro mura e di poter variare continuamente la sua esistenza. Ha una moglie e due figlie, ma vive sempre sulla strada, guadagna e mantiene bene la  famiglia, ma torna a casa solo quando vuole.  Bell’uomo, classico maschilista egocentrico vuol disporre delle donne a suo piacere.

L’universo femminile è d’altra parte molto complesso: la Giménez-Bartlett, infatti, mette in luce con profondità varie figure di donne: la moglie, risentita, astuta e calcolatrice, l’innamorata sognatrice e  fragile, la donna indipendente e appassionata di sesso. In lei Rafael ha trovato il suo corrispondente femminile. Ma potrà durare una simile storia? Certo è che il mondo delle donne sconcerta il protagonista: tutte, per un verso o per l’altro, non sono come egli le vorrebbe. Alla fine egli si ritroverà libero, come ha sempre desiderato, ma avvertirà con sgomento la sua mancanza di radici e l’inevitabile solitudine che ne consegue.

Un’acuta analisi psicologica, la scoperta di un universo femminile in  trasformazione, il fascino del Don Giovanni, sempre alla ricerca di nuove prede, costituiscono il pregio ed anche il centro drammatico del romanzo della Giménez-Bartlett, che si distacca dalla sua produzione di giallista e costituisce una delle opere  a lei particolarmente care. Il romanzo è stato pubblicato per la prima volta nel 1993, per una collana di libri di stampo femminista, anche se non contiene esplicite rivendicazioni in favore della causa, ma anzi è soprattutto uno specchio della situazione di fatto e della complessità dei rapporti umani tra i sessi.

Alicia Giménez-Bartlett (Almansa, 1951) è la creatrice dei polizieschi di grande successo, con protagonista Petra Delicado, tutti pubblicati da Sellerio. Ha anche scritto numerose opere di narrativo non di genere, tra cui: Una stanza per tutti gli altri, Segreta Penelope e Giorni d’amore e inganno. Nel 2006 ha vinto il Premio Piemonte Grinzane Noir e il Premio La Baccante nato nell’ambito del Women’s Fiction Festival di Matera. Nel 2008 il Raymond Chandler Award del Courmayeur Noir in Festival.

Autore: Alicia Giménez-Bartlett
Titolo: Vita sentimentale di un camionista
Editore: Sellerio
Anno di pubblicazione: 2010