Cacchio, è già da una settimana che non aggiorno questo space e ciò è grave…
Beh, corro subito ai ripari visto che è da qualche giorno che mi frulla per la testa di scrivere qualcosa riguardo questo argomento: La musica con cui sono nata ed ho passato i primi anni della mia vita, quando ancora ero una bimba quindi…
Per fortuna i miei genitori avevano buoni gusti musicali e mi hanno inculcato dei sani principi da questo punto di vista…Nessuno gliene voglia, ma mio papà, nella diatriba BEATLESvsROLLING STONES ha sempre preferito i primi…In casa abbiamo tuttora tutta la discografia, completa, dei Beatles IN VINILE!!!Con tanto di elegante cofanetto…Un bel pezzo da novanta…Io li adoravo da piccola ed avevo imparato, a tre anni, a mettere i dischi da sola…E’ stata la mia prima conquista…Sapevo tutte le canzoni e l’ordine delle tracce sui dischi quasi a memoria…Ritornando alla collezione di vinili, ovviamente non c’erano solo i Beatles…Oltre a una raccolta di classica( sicuramente Il lago dei cigni di Chaikovskij  e la Sinfonia del Nuovo Mondo di Dvoràk, oltre che quasi tutto Bach per flauto e clavicembalo), i miei mi facevano ascoltare il Bennato dei primi tempi, ovvero il Bennato più rock, quello "di Burattino senza fili" e di "Peter Pan"; questi due album, per me, erano molto importanti, raccontavano di favole la cui morale era applicata alla vita quotidiana, in modo giocoso e scherzoso, il giusto modo per far capire le cose ai bambini…E io capivo tutto!!!
Inoltre mio papà strimpellava la chitarra classica, quindi mi ricordo benissimo quando cantavamo insieme Bennato…ovviamente anche di lui sapevo tutte le canzoni…
E adesso arriviamo a Branduardi, molto amato, stavolta, da mia mamma…Di lui ho ascoltato soprattutto i dischi del periodo dal 74 all’83, quindi il primo periodo:da "Alla fiera dell’est" a "Cogli la prima mela", da "Gulliver, la luna e altri disegni"a "Cercando l’oro"…Per me era come una dolce ed armonica ninna-nanna…Di Branduardi ho perfino delle mie reinterpretazioni, registrate ancora su cassette( ovvero io da piccola che canto le sue canzoni)…Ancora adesso, a pensarci, mi vengono in mente dei bellissimi ricordi di quei tempi, soprattutto la serenità di quando ero ancora figlia unica, dovuta al fatto di poter avere l’esclusiva dei miei genitori, che mi coccolavano e mi trattavano con ancora più riguardo ed attenzione, forse perchè ero la primogenita…
Ricordo poi con grande precisione il giorno in cui papà è arrivato a casa dal lavoro con il doppio live su vinile di Battiato: era forse il mio quarto compleanno e avevo apprezzato tantissimo, anche perchè su quel live con l’orchestra erano contenuti tutti i suoi più grandi successi…Poi sono arrivate le cassette, registrate per me dai colleghi di papà: sono sicurissima su "La voce del padrone" e, più avanti, "L’imboscata"…Memorabili album per un grande artista!!!
In ultimo, sempre parlando dei miei primi 5 anni di vita, ricordo che la mia mamma aveva quasi tutta la discografia delle Orme, qualche cassetta dei Nomadi("Dio è morto" è tuttora una fra le canzoni che mi emoziona di più) e delle Equipe 84 e mi faceva addormentare cantandomi "The Sound of Silence" di Simon&Garfunkel…Insomma, un bel repertorio direi!!!
Poi sono arrivati gli anni delle elementari ed ho avuto la fortuna di trovare una maestra di musica fantastica, la mitica Luisa; lei ha sempre organizzato spettacoli in cui noi bambini eravamo i protagonisti, tutti accompagnati da musica, balli, canti e recitazione…Le sue lezioni erano spettacolari…Sicuramente con lei ho imparato un casino di cose…Il bello era che il repertorio che ci proponeva era molto ricco, con una forte preponderanza per la musica classica, lirica ed etnica, lasciando però spazio a tutti i generi…L’ora di Musica, insieme a quella di Italiano, era la mia preferita, il venerdì pomeriggio…Ricordo ancora tutta la fatica per preparare gli spettacoli che poi venivano messi in scena a giugno, con la fine dell scuola: il più bello è stato senz’altro "VIVA LA MUSICA"( titolo inequivocabile!), in cui venivano rappresentati da noi tutti i generi musicali e tutti i modi di produrre musica…Da paura!!! A me era stata assegnato il ruolo di cantante lirica, dovevo cantare in playback su alcuni pezzi tratti dal "Flauto Magico" di Mozart…Mi ricordo che avevo dovuto imparare a memoria quasi tutte le parole, in tedesco per giunta!!! Non vi dico l’impegno e la fatica che ci ho messo…E che emozione salire, a sette anni, sul palco, sotto i riflettori, davanti a centinaia e centinaia di adulti, tra cui c’erano anche genitori e nonni, tutti con gli occhi puntati verso la scena…Che andrenalina!!! Tutto ciò accadde più di 18 anni fa…
Alla fine della quinta elementare, poi, sono cominciate ad arrivare a casa le cassette registrate da un collega di papà, rockettaro incallito, che ascoltava roba non proprio leggera: mi ricordo la prima cassetta, una raccolta di pezzi, intitolata, sul lato A "Rabbia e disperazione Anni 90", mentre sul lato B "Arrabbiati tranquilli"; beh, fatto sta che erano tutti pezzi di Pearl Jam, Metallica e Nirvana!!!
E così ho cominciato a capire qual era la mia strada, la STRADA DEL ROCK!!!
Sicuramente, fin dai dieci anni, nella mia top ten c’erano sicuramente Metallica e Nirvana…Poi, via via, sulla strada ho incontrato compagni di scuola che ascoltavano, già da piskelli, Iron Maiden, Doors e Pantera…Quindi era fatta!!!
Il resto, e chi mi conosce lo sa bene, è cronaca…In soldoni, non sono mai stata fan nè della disco-dance nè di quelle boy band di merda che qui non nomino per rispetto di chi è già stato nominato sopra e perchè, nominando certa gente, rovinerei questo bel post in malo modo…Insomma, sempre fuori dal mainstream!!!
E gli anni passano e la vita continua…
 
images[3] 
  
 
 
 
 
 
ovviamente questi video sono solo a titolo esemplificativo, non riuscirei a fare una classifica e non concordo con tutto ma quasi…