Questo è sicuramente stato, in passato come oggi, uno dei miei pezzi preferiti dei Metallica…Adesso lo è soprattutto dal punto di vista musicale, mentre prima lo era perchè rispecchiava una situazione in cui mi sono spesso ritrovata, densa di nichilismo, di bruttura, di voglia di morire… era ed è angosciante affermarlo ma, molte volte, ascoltando e riascoltando ripetutamente questa canzone, durante i turbamenti dell’adolescenza, mi sono spesso venuti brutti pensieri…adesso applico un po’ di censura perchè non voglio tediare nessuno con questi ricordi ma, in effetti, ai tempi era così…non ricordo la mia adolescenza come particolarmente spensierata, anche se, ovviamente, di momenti belli ce ne sono stati…ma ricordo perfettamente che questo senso di vuoto perpetuo ed incolmabile aleggiava sempre su di me…e non c’era rimedio…purtoppo questa situazione è perdurata nel tempo, più o meno fino ai 22 anni, quando una situazione che sembrava fino a quel momento sotto controllo, è inevitabilmente precipitata e sfuggita di mano a me e a chi mi era vicino…vabbè, ORMAI L’INCUBO E’ FINITO GRAZIE A DIO E ALLA MIA BUONA VOLONTA’ E VOGLIA DI VIVERE ma il monito rimane e mi è servito di lezione…per questo scrivo in bianco perchè LA VITA NON E’ MAI TUTTA NERA MA UNA SFUMATURA DI COLORI…

Metallica – Fade to Black 
 

 

Life, it seems, will fade away
Drifting further every day
Getting lost within myself
Nothing matters, no one else

I have lost the will to live
Simply nothing more to give
There is nothing more for me
Need the end to set me free

Things not what they used to be
Missing one inside of me
Deathly lost, this can’t be real
Cannot stand this hell I feel

Emptiness is filling me
To the point of agony
Growing darkness taking dawn
I was me, but now he’s gone

No one but me can save myself, but it’s too late
Now I can’t think, think why I should even try

Yesterday seems as though it never existed
Death greets me warm, now I will just say goodbye